Le 7 caratteristiche essenziali di una VPN per Windows


Vpn La scelta di una VPN su Windows può diventare rapidamente un puzzle. Infatti, con un'offerta sempre più variegata, molti utenti di Internet trovano difficile scegliere la VPN che si adatta alle loro esigenze. Quali sono le 7 caratteristiche necessarie per poter trarre il massimo vantaggio da una rete privata virtuale? Questo articolo completo sarà chiaramente rispondere a questa domanda che è diventata popolare sul Web.  

1. Il numero di server disponibili per una VPN in Windows

  Il primo fattore decisivo per scegliere una VPN su Windows è il numero di server disponibili e la loro posizione. Infatti, con una vasta scelta di server, un impatto diretto si avvertirà sulla velocità di connessione dell'utente. Perché? Poiché la velocità di esso è definita in base alla distanza tra l'antenna del fornitore e l'alloggiamento che riceve i servizi. Nella stessa logica, l'utilizzo di una rete virtuale privata troppo lontana rallenterà solo le prestazioni sul Web. Questa prima caratteristica è particolarmente importante per le persone che non hanno un throughput inizialmente soddisfacente (anche se tutti gli utenti di Internet sono influenzati da questo fattore chiave).  

2. Scelta del DNS per una VPN per Windows

  La seconda funzione indispensabile e decisiva di questo articolo riguarda il tipo di DNS utilizzato. Molto brevemente, questo Domain Name System (DNS) diventa importante quando un indirizzo viene immesso su un browser Web. Per farlo, "traduce" l'URL in un indirizzo IP per indirizzare la connessione al sito desiderato. La stragrande maggioranza dei provider di Internet offre agli abbonati un sistema di nome di dominio di base, ma spesso inefficiente per garantire l'assenza di perdite di dati. A seconda dell'offerta, una VPN su Windows sarà in grado di sfruttare il proprio DNS e preservare l'anonimato dell'utente.  

3. La funzione Kill Switch

  Molto popolare nel mondo delle reti private virtuali, la funzione Kill Switch è ancora assente in molte offerte di sottoscrizione di rete privata virtuale. Questa opzione consente semplicemente di bloccare il trasferimento dei dati dall'utente se la connessione VPN non riesce. In questo modo, le informazioni non crittografate vengono conservate e l'anonimato dell'utente. Anche se la stabilità dei servizi disponibili è generalmente più che soddisfacente, la funzione kill switch rimane un argomento di peso per la selezione di un'offerta.  

4. Mancanza di attività Register

  Anche se molti utenti non sono consapevoli di questo, alcuni provider VPN di Windows possono recuperare i dati di navigazione da una cronologia. Legalmente, questa pratica è perfettamente autorizzata e consigliata dalle autorità che possono smaltire queste informazioni in caso di necessità. Prima di firmare per un'offerta, è del tutto possibile verificare l'esistenza di questo tipo di registro delle attività online al fine di rimanere veramente anonimi. Per questo, un breve passaggio nella sezione "Privacy Policy" porterà le informazioni troppo spesso ignorate dagli utenti di Internet.  

5. Il protocollo OPENVPN

  La codifica dei dati è ovviamente un'altra caratteristica importante offerta dalle reti private virtuali. Attraverso questo processo, le informazioni in uscita non possono essere analizzate in caso di pirateria. Tuttavia, ci sono ora diversi tipi di crittografia più o meno performanti in pratica. Di questi, il OPENVPN ha, per qualche tempo, diventare un riferimento in questa materia, grazie ad una grande sicurezza dei dati. Questo protocollo include TCP e UDP, due soluzioni che evidenziano la velocità o la complessità della crittografia (a seconda della scelta dell'utente).  

6. Utilizzo di una VPN da un router

  La configurazione di più computer, connessi a una "scatola" comune, utilizzando una singola VPN su Windows può essere lunga e noiosa. Per risolvere questo problema, alcuni utenti di Internet vanno fino a sottoscrivere diversi abbonamenti. Tuttavia, una caratteristica interessante consente di utilizzare direttamente una rete privata virtuale su un router e condividere la connessione a tutti i dispositivi. Per raggiungere questo scopo, è necessario verificare:

  • La presenza di questa opzione sul sito del provider
  • Se il router consente questo tipo di impostazione

7. Compatibilità smartphone

  Naturalmente, questo articolo è orientato verso l'uso di una VPN su Windows. Tuttavia, la compatibilità dello smartphone è una caratteristica accattivante per godere sempre di più di una connessione sicura. Al giorno d'oggi e indipendentemente dal modello utilizzato (Android o Apple), la protezione di un telefono collegato a una rete pubblica è più che consigliabile per la protezione contro i possibili attacchi informatici. La possibilità di installare una rete privata virtuale su smartphone è un argomento pesante per molti utenti di Internet.  

Che cosa si deve concludere?

  Le 7 caratteristiche presentate in questo articolo ti permetteranno di guidare rapidamente un utente nella scelta di una VPN su Windows. Che si tratti di DNS o Kill Switch, alcune delle funzioni di cui sopra potrebbero mancare da alcuni fornitori; Un passaggio sul sito Web di quest'ultimo prima della sottoscrizione di un abbonamento è necessario. Spiegazioni VPN

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *