Windows: Come ottimizzare il tuo SSD


ssd contatore di velocità ometer

Gli SSD, alla ricerca di future sostituzioni per i nostri costosi dischi rigidi, sono veloci, leggeri, resistenti agli urti, silenziosi e meno ad alta intensità energetica. Come ogni oggetto, dove ci sono qualità, ci sono anche difetti! È meglio ottimizzare il tuo SSD.

I difetti degli SSD

I due difetti principali degli SSD sono:

  • il loro prezzo (per ora)
  • la loro vita

I prezzi sono in graduale calo, ma certamente. Per quanto ri
guarda la durata della vita, la leggenda urbana dice che un SSD ha una durata di vita molto breve. Questo potrebbe essere stato il caso con SSD di prima generazione.

Ahimè, un certo marchio ben noto di produzione SSD ha per un periodo prodotto SSD difettosi che hanno dato modo molto rapidamente… che ha causato la leggenda urbana a diffondersi sempre di più, e chiunque sappia cosa sSD è, pensa o pensa che SSD ha una breve durata di vita.

La loro durata è certamente più breve di un disco rigido convenzionale con vassoio, ma non al punto di far cadere questa tecnologia! Se ricordo bene, secondo alcuni test fatti in laboratorio, se un SSD scrive 10 gigas / giorno, ha 20 anni prima che abbia problemi … 20 anni fa, i dischi rigidi attuali non hanno superato i 10 gigas se non sbaglio, quindi chissà cosa accadrà in 20 anni?!

Allora perché ottimizzare il tuo SSD? Semplicemente per precauzione ed evitare di utilizzare l'SSD per niente!

I suggerimenti descritti di seguito mirano a ridurre al minimo il numero di scritti.

Suggerimenti per l'ottimizzazione di SSD su Windows

Disattivare l'indicizzazione dei file

Una delle ottimizzazioni per Windows con dischi rigidi convenzionali era ed è ancora, è quello di abilitare l'indicizzazione dei file per una ricerca più veloce. Per ottimizzare il suo SSD, questa indicizzazione non è più utile data la velocità di lettura.

Per disabilitare l'indicizzazione, accedere a Esplora risorse, fare clic con il pulsante destro del mouse sul disco rigido, scegliere Proprietà, deselezionare la casella "Consenti l'indicizzazione del contenuto del file da tale unità oltre alle proprietà. Fare clic su OK, quindi selezionare la seconda opzione, se non è già stata applicata, ovvero applicare le modifiche ai file secondari e ai file.

Poi vai al menu di avvio, nella barra di ricerca, digita services.msc, premi il pulsante Entry. Una volta aperta la finestra del servizio, vai in basso per cercare Windows Search. Fare doppio clic su, per iniziare il tipo, selezionare Disattiva. Fare clic sul pulsante Interrompi. E infine, convalidare da OK.

Disattivare l'ibernazione

Questo è stato molto utile per un rapido "avvio" del computer con un disco rigido classico. Ma con un SSD, l'ibernazione non è più utile a tutti dato l'ora di inizio bassa! Inoltre, spegnendolo, più guadagni più di qualche giga sul tuo SSD!

Per disattivare l'ibernazione, vai al menu Start – Tutti i programmi – Accessori – — fai clic sul pulsante destro su Prompt ordini, fai clic su Esegui come amministratore. Nella finestra visualizzata, toccare powercfg -h off e premere il pulsante Entry. Chiudere la finestra del prompt dell'ordine.

Disattivare la data dell'ultimo accesso

Questo indica a Windows l'ultima volta che il file è stato cercato/letto/pubblicato (senza nemmeno aprirlo). Comunque, qualcosa di inutile a mio modesto parere.

Per disattivare questa funzione, vai al menu Start – Tutti i programmi – Accessori – — fai clic sul pulsante destro su Prompt ordine, fai clic su Esegui come amministratore. Nella finestra visualizzata, digitare fsutil behavior set disablelastaccess 1 e toccare il pulsante Entry . Chiudere la finestra.

Dopo aver riavviato il computer, sostituirà la data dell'ultimo accesso con la data dell'ultima modifica, che è molto più utile.

Spegnere il Superfetch

Il Superfetch è un algoritmo che tiene a mente i programmi che spesso si avviano al fine di aumentare la velocità del loro lancio. Questo scrive costantemente sul disco rigido e inoltre è inutile nel caso di un SSD perché la velocità è già lì! La sua non-disattivazione non aumenterà la velocità con cui i programmi vengono lanciati.

Per disabilitare il Superfetch, vai al menu di avvio, nella barra di ricerca, digita services.msc, premi il pulsante Entry. Una volta aperta la finestra del servizio, cercare il servizio Superfetch. Fare doppio clic su, per iniziare il tipo, selezionare Disattiva. Fare clic sul pulsante Interrompi. E infine, convalidare da OK.

Utilizzo di un altro disco rigido

Se, come me, si prova un sacco di programmi e quindi si scarica un sacco di programmi di installazione, vi consiglio di scaricarli direttamente su un mezzo diverso dal vostro SSD, perché questi servono solo una volta, che per tutta la durata dell'installazione.

Personalmente, grazie al mio SSD, ho finalmente l'utilità del mio lettore di schede integrato nel mio portatile! In precedenza, ho appena usato, e ora ho inserito una scheda micro-sd 8 gigasa (con adattatore SD) che non ho più avuto l'uso di, e ora lo uso come deposito temporaneo per i miei programmi di installazione! Inoltre, quasi non supera il telaio del mio pc, e quindi, posso lasciarlo all'interno senza preoccupazioni!

Ottimizza ancora di più il tuo SSD… O no…

Su alcuni siti, si è dato il trucco di mettere cartelle temporanee di Windows e file e programmi su un altro disco rigido. Per quanto devo dire che non è stupido e che abbiamo dovuto pensarci, tanto penso che sia una cattiva idea e non consigliamo di fare queste manipolazioni!

Spostamento

L'obiettivo di spostare cartelle temporanee e file è quello di ridurre il numero di scritti sul vostro SSD, e questo è ben pensato. Ma spostarli significa che il programma sta per avere per cercare i suoi file su 2 diversi dischi rigidi… e così il programma è rallentato! Perché come in qualsiasi sistema multicomponente, se un componente è più lento degli altri, l'intero sistema è rallentato da quest'ultimo! Ma la ragione principale per l'acquisto di un SSD è principalmente per la sua velocità! Se si spostano i file temporanei su un disco rigido convenzionale, si rallentano i programmi, e quindi si perde il vantaggio principale di un SSD, ma si estende la sua durata…

Durata

Personalmente, accetto di ottimizzare il suo SSD per aumentare la sua durata di vita, ma non a questo punto! Per me, ottimizzare è quello di evitare tutto ciò che è inutile! Ora, in questo caso, questi sono scritti utili, quali programmi devono funzionare e inoltre i file temporanei vengono creati apposta per accelerare un programma! Spostando questi file, si sta semplicemente andando contro lo scopo di questi file, soprattutto nel caso di un SSD! Ok per ridurre al minimo il numero di scritti, soprattutto se questi sono inutili, ma un SSD rimane un disco rigido, fatto per memorizzare i file, crearne di nuovi, eliminare alcuni, spostare, ecc.

In breve, da utilizzare! Se si desidera ridurre il numero di scrittura al punto di spostare i file creati per accelerare un programma, si potrebbe anche spostare l'intero programma all'altro disco rigido! E mentre ci sei, perché hai comprato un SSD se non per approfittare della sua velocità?!

Questi suggerimenti di ottimizzazione forniti in precedenza sono per le versioni di Windows superiori a Vista. Versioni inferiori come XP non sono ottimizzati per eseguire un SSD Questi vecchi sistemi operativi possono farlo, ma non in modo efficace.

Nota: Alcuni produttori di SSD forniscono software che è in parte circa l'ottimizzazione di Windows. Ma non sono completi e richiedono di intervenire anche manualmente.

Ottimizzare SSD su Windows 10

Windows 10 è l'ultimo sistema operativo Microsoft. Gestisce gli SSD per impostazione predefinita e li riconosce senza preoccupazioni. È possibile eseguire un'ottimizzazione TRIM automatica.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *